fbpx

La cura delle siepi: quando e cosa usare per la potatura

La cura delle siepi: quando e cosa usare per la potatura

La potatura della siepe frequente, leggera e mirata è un’operazione necessaria per permettere alla luce solare di penetrare nelle zone più fitte ed interne garantendo così una ramificazione più ampia. In questo modo si preserva la salute della siepe che forma delimitazioni nei terreni, protegge i giardini dal vento e dai rumori esterni e dà un tocco di colore e di estetica ad ogni prato.

Per sapere quando potare le siepi bisogna conoscere bene le loro caratteristiche, poiché ognuna di esse richiede modalità e tempistiche diverse per quanto riguarda la potatura.

Cura della siepe: come e quando effettuare la potatura a seconda delle specie

La cura della siepe sempreverde è una delle più facili poiché si tratta di piante ed arbusti che non hanno particolari problemi colturali, presentano uno sviluppo piuttosto rapido e non necessitano di cure eccessive. Proprio per questo motivo le piante sempreverdi sono tra le più gettonate per la realizzazione di siepi in giardino e necessitano di potature leggere ma continue nel corso dell’anno per mantenersi dense e compatte.

Altre piante molto utilizzate come siepi sono le rampicanti che hanno uno sviluppo rapido e rigoglioso. La prima potatura della siepe va effettuata alla fine dell’inverno o all’inizio della primavera, dopodiché bisogna procedere con potature leggere e frequenti quando i rami esteri iniziano ad essere troppo lunghi e disordinati. Infine l’ultima potatura va eseguita verso la fine dell’estate o all’inizio dell’inverno.

Le conifere sono piante più complesse e richiedono una potatura più attenta. Se si esegue una potatura all’apice della conifera, la pianta tende a svilupparsi solo in larghezza bloccando la crescita in altezza. La parte alta quindi deve essere potata solo quando la pianta raggiunge l’altezza desiderata. In compenso la cura della siepe è molto blanda e sono richieste poche potature nel corso dell’anno.

Diverse piante da fiore sono usate come siepi soprattutto per questioni estetiche, quindi durante la potatura bisogna fare attenzione a non asportare i boccioli non ancora fioriti. Se le piante da siepi producono bacche bisogna permettere alla pianta di produrre molti fiori per ottenere molte bacche colorate. Nel caso in cui la pianta fiorisca su rami nuovi è necessaria una bella potatura alla fine dell’inverno, operazione che deve essere ripetuta qualche settimana dopo la fioritura. Se invece le piante crescono sul legno vecchio la potatura va eseguita dopo la fioritura, altrimenti c’è il rischio di asportare buona parte dei boccioli.

Quali tagliasiepe scegliere per potare le siepi

La corretta cura della siepe passa anche per la scelta del giusto tagliasiepe che deve adattarsi perfettamente alle proprie esigenze e soprattutto a quelle del giardino. I primi requisiti da valutare sono la capacità di taglio e la potenza delle lame che sono studiate per tagliare siepi sottili, medie o robuste a seconda delle necessità. Altri fattori da considerare sono il peso, il bilanciamento e la trasportabilità del dispositivo da valutare a seconda del lavoro da effettuare. Sul mercato ci sono tagliasiepi alimentate a benzina, con elettricità o a batteria. Uno dei migliori brand produttori di tagliasiepi è Makita, di cui Garden Point è rivenditore ufficiale.

Please follow and like us:

Leggi anche

Quali ortaggi coltivare in inverno anche in vaso

Chi ha il pollice verde sa perfettamente che è possibile coltivare ortaggi invernali anche sul proprio balcone o sul proprio terrazzo, l’importante è adottare le giuste precauzioni. Scegliendo alcune tipologie di ortaggi si possono creare delle bellissime composizioni che danno un tocco di colore e di vivacità al proprio...

Leggi Tutto

Come proteggere le piante dal gelo

Le piante curate con tanto amore per un anno intero rischiano di essere distrutte dalle gelate e dalle temperature rigide dell’inverno, quindi bisogna adottare delle contromisure adeguate. Piante e gelate sono un binomio che mal si concilia, anche se bisogna considerare la tipologia di pianta coltivata. Alcune si adattano...

Leggi Tutto

Pulizia e manutenzione del camino domestico

Un camino regala calore ed intimità alla casa aggiungendo un tocco di design particolarmente suggestivo e romantico. Per mantenerlo in ottimo stato però è necessario provvedere costantemente alla manutenzione del camino, operazione da fare almeno una volta all’anno oppure dopo ogni 40-50 quintali di legna utilizzata. Effettuare le operazioni...

Leggi Tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *